ACP PONTEGGI ASSOCIAZIONE CONSORTILE PONTEGGIATORI
SCANDOLARA STEFANO S.R.L.
 ANTOLINI GIUSEPPE
UESE ITALIA S.p.A.
LOGISTIC CENTER Società Cooperativa
SOLAZZO Calzature Artigianali Made in Italy
E.VER. SRL
STUDIO PROTECNO SRL
TUA CONNECT YOUR LIFE
Peroni Guido & C. S.R.L.
Olysport di Oliviero Olivieri
Cose Buone S.R.L.
Grafiscan S.R.L.
Agenzia di Assicurazioni di Bonomo & Santo
Bevande Verona
Rossetto Trade S.P.A.
Maroccolo Stefano Rappresentanze Termotecniche
Isoverona S.r.l.
Isokinetic
Marangoni Angiolino
Topline
Phyto Garda
Maxa
Avelia
Dopo Piacenza - Virtus Verona la parola di Gigi FrescoDopo Piacenza - Virtus Verona la parola di Gigi Fresco - 0

Dopo Piacenza - Virtus Verona la parola di Gigi Fresco

12 Set 2022


C'è fiducia

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto dopo il secondo pareggio consecutivo della Virtus in campionato?

L'ardua risposta è affidata al presidente allenatore Luigi Fresco: "A Piacenza, rispetto a quanto fatto col Lecco, siamo partiti molto bene ma alla fine con quel doppio palo traversa abbiamo rischiato di perderla.

Il pareggio di Piacenza va accolto positivamente, quindi bicchiere mezzo pieno. Resta il rammarico perchè per quanto fatto sia con il Lecco che a Piacenza oggi potremmo avere sicuramente qualche punto in più in classifica ma le indicazioni positive non mancano e di questi tempi va bene così.

Dobbiamo continuare sulla strada intrapresa, la vittoria sarà una conseguenza.

Ci sono margini di crescita importanti".

Cosa c'è da migliorare ed anche in fretta? "Non siamo ancora al cento per cento della condizione. Abbiamo visto sia col Lecco che a Piacenza che più di qualcuno non ha i novanta minuti nelle gambe, questo inevitabilmente ci condiziona nelle scelte, soprattutto quelle da prendere a partita in corso.

C'è poi il discorso degli under di cui una realtà come la Virtus non può non tenerne conto". Neanche il tempo di metabolizzare l'1-1 di Piacenza che subito si torna in campo contro il forte Pordenone.

"C'è fiducia. Mancherà solo Cella che ne avrà ancora per una settimana prima di tornare a lavorare col gruppo.

Il calendario ora ci mette di fronte a sfide complicate, dopo il Pordenone andremo a Novara, ma ho grande fiducia nei ragazzi. Pordenone battuto in amichevole solo qualche settimana fa a Veronello? Conta poco, anzi niente.

Il precampionato, lo sappiamo bene, fa storia a sé. Le partite che mettono in palio i tre punti sono tutta un'altra cosa".